Riabilitare la partizione di diagnostica dei portatili DELL

Dom, 06/07/2008 - 18:06

Riabilitare la partizione di diagnostica dei portatili DELL

Inviato da Moreno 0 commenti

MGSM0064 06/07/2008 Riabilitare la partizione di diagnostica dei portatili DELL.

1) Introduzione

I portatili DELL sono proprio delle belle macchine l'unico difetto che hanno, come molti altri portatili, e che al momento sono vendute solo con finestre preinstallato (fortunatamente per alcune macchine si può ancora avere finestre xp che è pur sempre il male minore).
Uno dei sui grandi pregi invece è quello di avere una piccola partizione nel disco contenente un potentissimo programma di test della macchina (testa persino le ventole).
Purtroppo con l'installazione di Linux il bootloader di Dell viene cancellato e quindi non si riesce più ad avviare la macchina in modalità diagnostica, fortunatamente con poche e semplici operazioni è possibile riattivare la partizione e riavere il programma di diagnostica.

Questa guida anche se scritta per Mandriva va bene per qualsiasi distribuzione Linux che usi Grub.
2) Modifica della configurazione del disco

La prima cosa da fare è quella di modificare la tavola delle partizioni del disco in modo da rendere bootabile la partizione di diagnostica.

2.1) Aprire un terminale

Innanzi tutto occorre aprire un terminale con Menu -> Strumenti -> konsole

2.2) Diventare root

$ su
Password: LaPasswordDiRoot
#

2.3) Identificare il disco

Essendo un portatile il disco dovrebbe essere sda comunque è sempre meglio verificare

# df
Filesystem Dimens. Usati Disp. Uso% Montato su
/dev/sda5 13G 6,9G 5,1G 58% /
/dev/sda7 7,8G 207M 7,6G 3% /home
/dev/sda8 18G 173M 18G 1% /home/virtualmachine
/dev/sda1 204M 8,2M 196M 4% /mnt/win_
/dev/sda2 30G 15G 16G 49% /mnt/win_c
/dev/sda3 161G 99G 62G 62% /mnt/win_d
#

Sì è prporio sda e la partizione che ci interessa è la sda1 da 204MB.

2.4) Modificare la tabella delle partizioni del disco

Cominciamo con l'aprire fdisk

# fdisk /dev/sda

The number of cylinders for this disk is set to 30401.
There is nothing wrong with that, but this is larger than 1024,
and could in certain setups cause problems with:
1) software that runs at boot time (e.g., old versions of LILO)
2) booting and partitioning software from other OSs
(e.g., DOS FDISK, OS/2 FDISK)

Diamo il comando p per elencare le partizioni

Comando (m per richiamare la guida): p

Disco /dev/sda: 250.0 GB, 250059350016 byte

255 heads, 63 sectors/track, 30401 cylinders
Units = cilindri of 16065 * 512 = 8225280 bytes
Disk identifier: 0x5eff4ed2

Dispositivo Boot Start End Blocks Id System
/dev/sda1 1 26 208813+ de Dell Utility
/dev/sda2 * 27 3942 31455270 7 HPFS/NTFS
/dev/sda3 3943 24829 167774827+ 7 HPFS/NTFS
/dev/sda4 24830 30401 44757090 5 Esteso
/dev/sda5 24830 26495 13382113+ 83 Linux
/dev/sda6 26496 27004 4088511 82 Linux swap / Solaris
/dev/sda7 27005 28029 8233281 83 Linux
/dev/sda8 28030 30401 19053058+ 83 Linux

La partizione che ci interessa è la prima Dell Utility

Ora diamo il comando a seguito dal numero di partizione, nel nostro caso 1

Comando (m per richiamare la guida): a
Numero della partizione (1-8): 1

Verifichiamo che la partizione sia diventata bootabile con il comando p

Comando (m per richiamare la guida): p

Disco /dev/sda: 250.0 GB, 250059350016 byte

255 heads, 63 sectors/track, 30401 cylinders
Units = cilindri of 16065 * 512 = 8225280 bytes
Disk identifier: 0x5eff4ed2

Dispositivo Boot Start End Blocks Id System
/dev/sda1 * 1 26 208813+ de Dell Utility
/dev/sda2 * 27 3942 31455270 7 HPFS/NTFS
/dev/sda3 3943 24829 167774827+ 7 HPFS/NTFS
/dev/sda4 24830 30401 44757090 5 Esteso
/dev/sda5 24830 26495 13382113+ 83 Linux
/dev/sda6 26496 27004 4088511 82 Linux swap / Solaris
/dev/sda7 27005 28029 8233281 83 Linux
/dev/sda8 28030 30401 19053058+ 83 Linux

Bene c'è l'asterisco su /dev/sda1

Usciamo con il comado q

Comando (m per richiamare la guida): q
#

Per sicurezza svuotiamo la cache del disco

# sync; sync; sync
#
2.5) Aggiungere la voce Dell Utility in Grub

Con kwrite o con il vostro editor preferito aprite /boot/grub/menu.lst

# kwrite /boot/grub/menu.lst

Il file conterrà qualcosa di simile a questo

timeout 10
color black/cyan yellow/cyan
gfxmenu (hd0,4)/boot/gfxmenu
default 3

title linux
kernel (hd0,4)/boot/vmlinuz BOOT_IMAGE=linux root=UUID=2c31bf88-4446-11dd-ab3a-eba7f6291e5e resume=/dev/sda6 splash=silent vga=788
initrd (hd0,4)/boot/initrd.img

title linux-nonfb
kernel (hd0,4)/boot/vmlinuz BOOT_IMAGE=linux-nonfb root=UUID=2c31bf88-4446-11dd-ab3a-eba7f6291e5e resume=/dev/sda6
initrd (hd0,4)/boot/initrd.img

title failsafe
kernel (hd0,4)/boot/vmlinuz BOOT_IMAGE=failsafe root=UUID=2c31bf88-4446-11dd-ab3a-eba7f6291e5e failsafe
initrd (hd0,4)/boot/initrd.img

title windows
root (hd0,1)
makeactive
chainloader +1

Occorre aggiungere in fondo al file le seguenti righe:

title DELL Utility
rootnoverify (hd0,0)
chainloader +1

Salvate e riavviate la macchina, ora al boot potrete scegliere la voce DELL Utility e tenere sempre controllata la vostra macchina.

Ciao Ciao, Moreno


In: